APPENDICITE: DIAGNOSI PRECOCE

 

Appendicite diagnosi precoce

 

L’appendicite è una dolorosa infiammazione dell’appendice e cioè una sorta di “borsa” delle dimensioni di un dito che appartiene all’intestino crasso e sita nella parte inferiore destra dell’addome.
Una vasta percentuale della popolazione ha sofferto di appendicite tanto che si è dovuti giungere all’intervento chirurgico per asportare l’appendice.

Qui di seguito i sintomi tipici dell’appendicite:

  • Dolore addominale
  • Nausea
  • Scarso senso di fame
  • Vomito
  • Stitichezza o diarrea
  • Febbre
  • Gonfiore addominale
  • Difficoltà o incapacità di espellere gas

Diversamente da qualche anno fa quando si giungeva immediatamente dopo la diagnosi all’intervento chirurgico, oggi si tenta dapprima, qualora la situazione non sia fortemente compromessa, ad una terapia antibiotica.

Come si effettua la diagnosi di appendicite?

Solitamente il paziente si rivolge al medico quando il dolore addominale diventa importante. Fondamentale per la diagnosi di appendicite è un’attenta anamnesi guidata dal medico insieme ad un’accurata visita specialistica in cui il medico spinge l’addome nella parte inferiore destra: in questa occasione il paziente, in caso di appendicite, lamenta un dolore acuto.
Il dolore diventa ancora più lancinante quando il medico rilascia la mano improvvisamente.

Come abbiamo detto ora si tende, in caso di appendicite non particolarmente avanzata, ad attuare una terapia conservativa e tentare di evitare un intervento chirurgico. Ma per far sì che ciò avvenga é importante che la diagnosi sia precoce e quindi che i sintomi vengano riconosciuti subito dal paziente stesso.

Quali sono quindi i primissimi sintomi che si manifestano nel caso di appendicite?