Prenota

Chat

Presenti in tutta italia. Alti standard qualitativi

Seleziona il centro più vicino a te

Gastroscopia

La Gastroscopia Transnasale

Ultimo Aggiornamento: 20 Giugno 2017

La Gastroscopia transnasale è una metodica Mininvasiva, Indolore, alternativa e sovrapponibile all’esame tradizionale, che risulta essere particolarmente meno fastidiosa e quindi molto meglio tollerabile dal paziente. La Gastroscopia Transnasale è totalmente paritetica alla tecnica tradizionale, fornendo quindi le medesime performance diagnostiche e chirurgiche, anche per quanto riguarda le procedure operative quali biospie o rimozioni di polipi.

Cos’è quindi la Gastroscopia Transnasale? Come viene effettuata? Quali sono i vantaggi della Gastroscopia Transnasale rispetto alla Gastroscopia Tradizionale? Cerchiamo ora di rispondere a queste domande.

Cos’è la Gastroscopia Transnasale

La Gastroscopia è un esame endoscopico che permette di osservare il tratto superiore dell’apparato digestivo. Lo strumento usato effettuare questo esame si chiama “endoscopio”. La gastroscopia viene eseguita da un medico specialista, capace di usare l’endoscopio per individuare i problemi del tratto superiore dell’apparato digerente. Per ulteriori approfondimenti: La Gastroscopia, esecuzione e finalità.

Le caratteristiche tecniche dell’endoscopio utilizzato per la gastroscopia transnasale, che negli ultimi modelli è arrivato ad avere un diametro medio di poco più di 4 mm, consentono l’introduzione dello stesso attraverso una narice lasciando quindi libera la bocca ed evitando tutte le problematiche presenti nell’esame tradizionale quali senso di soffocamento, conati di vomito o senso di costrizione (Vedi: “I vantaggi della Gastroscopia Transnasale”). Il Paziente nel corso della Gastroscopia Transnasale riesce liberamente a parlare e deglutire contribuendo quindi a mantenere uno stato emotivo controllato e privo di particolare ansia o tensione.

La Gastroscopia Transnasale è un esame paritetico rispetto all’esame tradizionale poichè risulta scientificamente riscontrato che l’affidabilità diagnostica ed operativa di questa tecnica mininvasiva sia sovrapponibile alla metodica classica. In alcuni casi specifici e per via delle ridotte dimensioni dello strumento endoscopico, tramite la Gastroscopia transnasale si riesce addirittura ad esplorare parti difficilmente visibili con il metodo tradizionale.

Come viene effettuata la Gastroscopia Transnasale?

La Gastroscopia transnasale viene effettuata dopo un periodo di digiuno di circa 5 ore durante le quali si può tuttavia bere modica quantità di acqua (vedi l’articolo di approfondimento). Dopo aver soffiato il naso e spruzzato nelle narici un eventuale decongestionante (Rinazina), si procede alla scelta della narice più idonea all’indagine. La presenza di una deviazione del setto nasale non controindica l’esame, ma anzi spesso lo facilita. Tutta la strumentazione usata viene opportunamente sterilizzata prima di ogni esame.

I vantaggi della Transnasale

Durante l’esplorazione endoscopica, della durata di circa 3 minuti, il paziente può colloquiare con il medico e respirare liberamente dalla bocca. La ridotta tensione emotiva e la breve durata dell’indagine endoscopica rende inoltre superflua una eventuale sedazione, migliorando il profilo di sicurezza. Nel corso della Gastroscopia si può procedere, in modo assolutamente indolore, al prelievo di uno o più frammenti di mucosa gastrica che consentono di evidenziare l’eventuale presenza dell’Helicobacter pylori (batterio responsabile di molte patologie gastriche) o di altre patologie.

Gastroscopia TransNasale

Gastroscopio ultrasottile per eseguire la Gastroscopia Transnasale

Non dovendo assumere sedativi, subito dopo l’esame il paziente si può riprendere la normale attività. La Gastroscopia Transnasale inoltre consente di eseguire agevolmente l’esplorazione endoscopica anche i pazienti con problematiche cliniche che potrebbero controindicare l’esame (ad es. pazienti molto anziani, cardiopatici, bronchitici cronici ecc.). In una ridotta percentuale di casi (circa il 5%) la particolare conformazione del naso potrebbe rendere fastidioso o impossibile il passaggio dell’endoscopio attraverso le narici e pertanto in tal caso si ricorre alla via tradizionale (tramite la bocca). In rari casi può essere presente una fugace e modesta epistassi.

Video della Gastroscopia Transnasale

Ecco il video di presentazione

Clicca QUI per prenotare un esame o richiedere maggiori informazioni

Le più recenti segnalazioni, domande e dubbi dai pazienti

Consulto del 12/06/2017 – Utente: anonimo

Domanda

Gentili dottori buongiorno, sono una donna di 31 anni e da qualche giorno per cause fortuite mi è stata diagnosticata la gastrite con reflusso a causa dell’ernia iatale da un otorinolaringoiatra. Da premettere che effettivamente ques’estate ho avuto un episodio di bruciori all’esofago che si irradiava fino allo stomaco e per il quale ho assunto per una settimana il Pantoloc. Sembrava che questo fastidio fosse passato, ma ora che mi hanno diagnosticato la patologia, mi sembra di avere tutte le problematiche che le concerne pur prendendo di nuovo il Pantoloc 400 da 10 giorni. Ma è sicuro che ciò sia causato da un’ernia iatale? Non potrebbe essere una semplice gastrite con reflusso? Grazie di cuore.

Risposta del Medico

Gentile paziente buongiono, penso che con una gastroscopia, preferibilmente transnasale sia il modo migliore per chiarire il quadro. Saluti.


Consulto del 12/06/2017 – Utente: anonimo

Domanda

Gentile dottore buongiorno, da diversi anni soffro di reflusso gastrico con salita dell’acido particolarmente la notte con fastidio localizzato nella parte alta sinistra, da un mese i sintomi sono cambiati sento un peso localizzato al centro dello stomaco sotto il diaframma e bruciore quasi tutto il giorno, nonostante eviti tutti i cibi irritanti. Di notte mi sveglio per il forte bruciore che si irradia senza avvertire la salita dell’acido.un altro sintomo è che questo peso mi sembra come se avessi lo stomaco che sale verso l’esofago e se io tocco questo punto ben localizzato sento un fastidio immediato nella gola. Per favore può darmi un’indicazione? Grazie saluti.

Risposta del Medico

Buongiorno, ha eseguito una gastroscopia? Sarebbe utile per definire esattamente la patologia e proporre una terapia piu’ efficace, possibilmente per via transnasale con una fastidio veramente modestissimo e senza necessità di eseguire sedazione. Cordiali saluti.


Consulto del 29/05/2017 – Utente: anonimo

Domanda

Buongiorno dottore, sono una ragazza di 29 anni e soffro da 1 anno e mezzo di gastrite, sono stata da 2 gastroenterologi ho fatto la cura farmacologica che mi è stata indicata e la dieta ma non sono riuscita a risolvere la situazione. Ad oggi per non star male devo continuare a seguire la dieta. Ho fatto tutti gli esami per l’helicobacter, giardia, ecografia addominale completa ma non è risultato nulla. Manca solo da effettuare la gastroscopia, sono mesi che aspetto ma la situazione mi sembra peggiorata, adesso oltre ad avere problemi allo stomaco ho dolori all’intestino dopo mangiato. Volevo chiederle se fosse possibile venire da lei per un consulto ed eventualmente per fare la gastroscopia se lei lo riterrà opportuno. Mi faccia sapere..la ringrazio anticipatamente.

Risposta del Medico

Gentile paziente, ringraziandola di averci contattato, le posso dire che riterrei opportuno eseguire in primis una valutazione di carattere specialistico al fine di valutare con attenzione e chiarezza la sua attuale situazione clinica. In tale sede potrò ipotizzare il ricorso ad eventuali esami di carattere diagnostico quali appunto la gastroscopia. Cordiali saluti.


Consulto del 29/05/2017 – Utente: anonimo

Domanda

Gentili dottori buongiorno, ho 50 anni e oramai da più di 5 soffro con lo stomaco e annessi attacchi di panico. Ho fatto cure con omeprazolo e gaviscon che hanno alleviato bruciore e rigurgito acido. Ho seguito anche un regime alimentare che mi ha portato a dimagrire 20 kg in 2 anni e questo ha migliorato molto di più le cose aiutandomi comunque anche con una dieta molto ”pulita”. Tornato lo stress e l’ansia, ho ricominciato ad assumere caffè e a volte cibi particolari e il mio stomaco da sempre bersaglio.. ha ricominciato a darmi dei problemi.. digestione lenta gonfiore eruttazioni continue. L'anno scorso ho fatto esami del sangue e erano perfetti ma l esame per gli anticorpi hp è risultato positivo IGG dubbio e IGA 1,7 (il max era 1,2). Lei pensa sia meglio fare un esame gastroscopico?

Risposta del Medico

Gentile paziente, se non è stata mai fatta una gastroscopia, ritengo sia utile effettuare tale accertamento anche per accertare la reale presenza dell’Helicobacter e per verificare se vi sono segni di un probabile reflusso gastroesofageo. In particolare il mio consiglio è quello di effettuare la gastroscopia con la tecnica transnasale, la quale garantisce un ‘accurata esplorazione di tutto l’esofago e dello stomaco. Cordiali saluti.


Consulto del 17/05/2017 – Utente: anonimo

Domanda

Buongiorno dottore, sono una ragazza di 37 anni, da due mesi che vado avanti con dolori acuti al livello della pancia, e con diarrea continua 3 a 4 volte al giorno, il mio medico di famiglia mi ha visitato e mi ha dato un antibiotico (normix 200mg) due volte al giorno (2 compresse la mattina e 2 a la sera) per 6 giorni. Il mio medico mi ha detto di fare un visita gastroenterologica con sospetto I.B.S. Di che si tratta I.B.S e che tipo de analisi dovrò fare.

Risposta del Medico

Ritengo senz’altro opportuno e sensato eseguire una valutazione specialistica gastroenterologica al fine di accertare con accuratezza la sua attuale situazione clinica e procedere di conseguenza. Sarà certamente fondamentale valutazione con attenzione anche la sua passata storia clinica al fine di inquadrare il tutto con la dovuta accuratezza.


Ultimi aggiornamenti

Standard qualitativi dei centri

+ Info

Chiedici un consulto gratuito

+ Info

Informati

+ Info

I Nostri Centri in Italia

Per prenotazioni esami o visite presso uno dei centri o per richiedere maggiori informazioni, contatta la Segreteria Unica al numero 08.631.950.021 dal lunedì al sabato dalle ore 9:00 alle ore 18:00.