Gastrite: inizia a preoccuparti se…

Gastrite: inizia a preoccuparti se…

Quando lo stomaco lavora bene son rose e fiori, ma quando è in panne, si salvi chi può! Sarà capitato anche a te: ci sono volte in cui certi alimenti diventano out, altri ti gonfiano come un pesce palla e perfino due o tre biscotti sono pesanti da digerire come il cotechino a Capodanno!

Che succede? Succede che hai un’infiammazione dello stomaco in corso. La gastrite è la regina (con la R maiuscola!) tra le cause del mal di stomaco: i suoi sintomi sono parecchi e uno più sgradevoli dell’altro. Tra reflusso, mal di testa, acidità e meteorismo (la vecchia, terribile, aria in pancia) c’è poco da stare allegri, ma facciamo una cosa: impariamo a riconoscere i sintomi della gastrite, così da curarci meglio.

Tutti i sintomi che vogliono dire…gastrite!

Reflusso

Si dice reflusso gastroesofageo anche se comunemente viene chiamato reflusso. L’acidità di stomaco è a mille e porta con sé il rigurgito; col rigurgito arriva l’alitosi e quando il reflusso è cronico si arriva a provare brutta sensazione di bruciore alla gola e di respirazione affannosa. In casi simili mangiare leggero è il mantra da seguire: niente cioccolata, niente fritti, no a grassi e alcolici e sì a carboidrati e carni bianche, come il pollo.

Pancia gonfia e tesa

Il meteorismo e lo “stomaco che borbotta” sono due tra i campanelli d’allarme della gastrite. Infatti i disordini gastro-intestinali hanno spesso una costante: il gonfiore addominale. Questo capita perché i gas vengono assorbiti male dal colon, allora è fondamentale aiutare stomaco e intestino a produrne il meno possibile: altolà ai latticini, ai fagioli, a cibi molto speziati e piccanti.

Bruciore allo stomaco

Il bruciore alla bocca dello stomaco: questo sì che fa male! Ti sembra di avere un forno a 280 gradi al posto dello stomaco e il brutto è che si aggiungono il senso di pesantezza, il mal di testa, la labirintite (giramento di testa) e una sete inestinguibile. Per alleviare il bruciore di stomaco funzionano alla grande i rimedi della nonna: tra la frutta, preferisci la banana col suo effetto calmante e nutriente; mangia poco e spesso e diminuisci o addirittura bandisci il caffè!

E tu come batti la gastrite sul campo?