Dolori allo stomaco: cause più comuni e rimedi per alleviarli

 

Dolori allo stomaco: da cosa dipendono?

Il dolore allo stomaco rientra in quella serie di disturbi comuni a carico dell’ apparato digerente. Più che di dolore allo stomaco sarebbe infatti corretto parlare di dolori allo stomaco, data la molteplicità di cause e di rimedi potenziali. I dolori allo stomaco sono spesso associati alla fame, ma esistono molte altre cause che possono portare a spasmi dolorosi o semplici fastidi. Inoltre si parla spesso di dolore allo stomaco, quando in realtà questo fastidio può essere localizzato in una specifica parte di una regione anatomica abbastanza ampia.

Dove è localizzato il dolore?

Perciò la prima domanda da fare per raffinare la ricerca di una soluzione sarebbe quella che ci permette di capire dove è effettivamente localizzato il dolore: spesso parliamo di dolore allo stomaco riferendoci alla prima parte dell’intestino, e quindi impropriamente. Il dolore allo stomaco vero e proprio è invece  quello che percepiamo tra lo sterno e le arcate composte dalle nostre costole.

Di che tipologia è il dolore e quando insorge?

Un’altra serie di distinzioni che occorre operare sono relative al modus di insorgenza del dolore: intensità e tempistica. Se il dolore è ricorrente, al limite del cronico, andranno messe in campo una serie di considerazioni, se invece l’insorgenza di questo malessere è repentina e correlata a una serie di attività che si sono svolte precedentemente, la situazione cambia in modo radicale. Esempio banale è quello dell’ingestione di un liquido molto freddo che, in particolari circostanze, causa un improvviso blocco della digestione e la temuta congestione.

Come indagare la natura del dolore allo stomaco

Nella comprensione delle complesse relazioni che stanno alla base del funzionamento del nostro organismo non ci si può improvvisare esperti. Ne deriva, spesso, la necessità di ricorrere a esami più approfonditi prescritti dal medico curanteper indagare meglio la causa di questi disturbi allo stomaco.

Da pazienti cerchiamo sovente di sfuggire ad analisi ed esami dolorosi fin quando non diventano inevitabili; per fortuna con il progresso della scienza e della tecnologia queste tecniche sono diventate sempre meno invasive e fastidiose. Non molto tempo fa, ad esempio, era  impossibile pensare di praticare una semplice gastroscopia transnasale.

Nei casi meno gravi, si può percorrere la strada tracciata da alcuni rimedi naturali ed altre accortezze consigliati dagli esperti col fine di alleviare tali disturbi allo stomaco.

È di fondamentale importanza distinguere un malessere passeggero da una potenziale condizione patologica.  Perciò è assolutamente consigliabile non sottovalutare il mal di stomaco, soprattutto quando esso è ricorrente e si presenta associato ad altri sintomi.

 

Cause del dolore allo stomaco

Lo stomaco è un organo delicato e numerosi fattori possono provocarne il malessere. Talvolta i sintomi si originano da una vera e propria condizione patologica che può coinvolgere diversi organi dell’apparato gastro-intestinale, altre volte le cause possono essere patologiche ma extra-gastriche, altre ancora il dolore può manifestarsi in relazione a cause di natura psico-fisica o sconfinare nella reazione a comportamenti tenuti dal soggetto.

Cause patologiche più comuni dei dolori allo stomaco

• Gastrite: provoca bruciore ed eruttazioni acide;
Reflusso: è un rigurgito acido abbastanza frequente, soprattutto dopo i pasti;
Ernia iatale: è presente quando una parte dello stomaco fuoriesce nella cavità toracica;
Traumi addominali: sono dovuti a cause esterne come un incidente;
Allergie o intolleranze alimentari;
Tumore allo stomaco.

Non allarmarti. Queste patologie devono essere diagnosticate da un gastroenterologo dopo accurate indagini, tra le quali la principale è la gastroscopia, che può individuare infiammazioni della mucosa, ulcere o neoformazioni.

 

Fattori non imputabili a patologie dello stomaco

Come è noto, esistono molteplici cause del dolore allo stomaco che possono essere non strettamente connesse a patologie di quest’importantissimo organo.

Cause extra-gastriche

Tra le cause extra-gastriche, che possono provocare anche crampi allo stomaco, ci sono:

infarto;
aneurisma aortico;
endometriosi;
malattie alle ovaie o infiammazioni pelviche;
coliche biliari;
malattie dell’intestino (come la colite).

Cause psico-fisiche

Dal punto di vista psico-fisico possono manifestarsi dolori allo stomaco in casi di:

forte stress emotivo (come ansia da prestazione, associata a scariche di diarrea);
attacchi di panico;
ansia.

 

Rimedi per alleviare il dolore allo stomaco

Per dare sollievo ai disturbi gastrici non imputabili a patologie specifiche puoi seguire alcuni consigli:

• Fare pasti piccoli e leggeri, ravvicinati;
• Evitare alimenti pesanti da digerire;
Mangiare adagio e masticare bene;
• Aiutare lo stomaco con tisane digestive o calmanti come la camomilla;
• Andare a dormire solo dopo aver digerito;
• Utilizzare come condimento (senza esagerare) spezie sfiammanti come zenzero e cumino.

 

Per fugare ogni dubbio circa le cause del dolore allo stomaco sono necessarie analisi ed esami specifici. Nel caso di fastidi ricorrenti è opportuno escludere le particolari patologie gastriche ed extra-gastriche elencate.

I nostri specialisti sono a tua disposizione per darti ulteriori informazioni sui dolori allo stomaco e su come alleviarli. Contatta uno dei centri più vicino a casa tua.